Leopard su iBook G4, un update



Scorrendo i feed questa mattina mi ritrovo a leggere questo post di Andrea Beggi che esprime parecchi dubbi riguardo l'installazione di Leopard sul suo iBook G4.

Avendo effettuato l'aggiornamento qualche giorno fa, mi rendo conto che alcuni dei problemi segnalati da Andrea non li ho riscontrati:
la rete wireless non funziona più velocemente come prima. Non riesco più a riprodurre un DivX residente su una share di rete senza ottenere uno scempio inguardabile per i continui scatti ed interruzioni del video. VLC è aggiornato all’ultima versione ed è nativo PPC (provato anche l’universal binary). Sarà VLC che non funge bene con Leopard? Mi sembra strano: è dichiarato compatibile e comunque neppure con la prerelease dell’ultima versione, che dovrebbe risolvere qualche problema, si ottengono grandi miglioramenti.

Il software di AirPort sembra essere la spina nel fianco di Leopard: ormai e' noto che mettendo l'interfaccia wifi sotto stress si rischia un meraviglioso KernelPanic.
E, da quanto ho potuto vedere, tale problema non e' stato completamente risolto nemmeno dal recente aggiornamento al 10.5.1.

Tale kernel panic sono riuscito a riprodurlo esclusivamente sul Mac Mini (Intel), mentre sul 'vecchio' iBook la connessione wifi sembra non dare problemi al momento (forse il bug e' limitato alle architetture intel?), nemmeno per quanto riguarda le performance (devo tuttavia far notare che sulla mia rete quasi tutti gli share sono AFS)
ancora più grave: il sistema si pianta inesorabilmente cercando di accedere alle cartelle condivise di un piccolo NAS, in pratica un box HD esterno con l’interfaccia di rete. Accesso a share Windows e linux sempre OK, ma se tento di accedere al NAS, il computer si blocca al punto da doverlo spegnere brutalmente.

Come sopra: ho avuto modo di provarlo saltuariamente su share windows e linux (il problema del ReadOnly su share windows e' stato risolto dal 10.5.1), senza farne un uso intensivo.
Nella rete casalinga ho un NAS 'amatoriale' realizzato con un NSLU Linksys: nemmeno con quello alcun problema di performance.
Si aggiungano come cigliegine sulla torta che il computer è ancora sensibilmente più lento che col precedente sistema, e che lo sciccosissimo dock con i riflessi fa “sudare” parecchio la scheda grafica, che va un po’ in crisi generando gli effetti di zoom al passaggio del mouse.

Su questo punto concordo assolutamente: se Apple avesse dato la possibilita' di disabilitare alcuni dei simpatici effetti grafici avrebbe probabilmente evitato di farlo 'arrancare' su macchine meno performanti.
Gli effetti di zoom del dock non sono infatti fluidi come sul vecchio Tiger, Coverflow e QuickLook soffrono un pochino ma solo ugualmente utilizzabili.
A naso direi che l’introduzione del supporto ai processori Intel ha eroso (comprensibilmente) l’attenzione degli sviluppatori Apple verso gli utenti PPC.
[...]
L’impressione che ho è che il supporto per i vecchi processori ci sia solo per compatibilità, e che Apple abbia deciso di abbandonare i vecchi clienti al loro destino.

Abbandonare mi sembra un po' troppo, considerando che continuo a ricevere aggiornamenti anche per il vecchio MacOsX 10.3 installato sul PowerMac G3! (un vecchio carrozzone con quasi 10 anni di lavoro sulle spalle, che tuttavia non ha ancora dato un singolo problema!) :-)
Senza dubbio ormai l'attenzione degli sviluppatori e' concentrata sulle piattaforme Intel.

In definitiva, mi pongo in una posizione a meta' tra quella di Andrea e quella degli 'entusiasti': non pondero la possibilita' di fare un downgrade, tuttavia avrei apprezzato su Leopard la possibilita' di effettuare un 'tuning' degli effetti grafici in modo da renderlo piu' scattante anche su sistemi piu' datati.

Published: November 22 2007

  • category: